giovedì 2 febbraio 2012

Martin Scholler

 "La celebrità ha molto a che fare con la superficie e la saturazione e le grandi teste di Martin Schoeller spingono queste qualità fino al limite. Conferiscono al volto, all’espressione umana, una nuova dimensione e questa è anche la ragione per cui non riusciamo a smettere di guardarle. A questo servono i ritratti; per questo esistono.” (David Remnick- Direttore del New Yorker. Dall’introduzione al volume Close Up, teNeus)."

















Nessun commento:

Posta un commento